TOP® - Wet Oxidation per acque reflue Descrizione della tecnologia

TOP® - Wet Oxidation per acque reflue industriali rappresenta la prima applicazione della tecnologia TOP® - Wet Oxidation a livello industriale.

Questa tecnologia innovativa è stata sviluppata dal Gruppo 3V ed è stata definita come migliore tecnica disponibile per il trattamento delle acque reflue dall'IPPC bureau (Integrated Pollution Prevention and Control) dell'Unione Europea.

La tecnologia TOP® è principalmente nota per il trattamento di reflui nelle seguenti modalità:
  • le pesanti molecole organiche vengono ossidate in fase liquida per mezzo di ossigeno puro o aria ad alti livelli di pressione e temperatura.
  • Le molecole organiche complesse (che in normali circostanze non sarebbero biodegradabili) si ossidano, trasformandosi in molecole semplici e biodegradabili come anidride carbonica e acqua.

Riconoscimenti internazionali:

  • 1990 Migliore tecnologia riparativa, ricevuto da ENEA (delegato UE per l'Italia)
  • 2006 BAT (Best Available Techniques - migliori tecniche disponibili), ricevuto da EU-IPPC per O.F.C. (sostanze per la chimica organica fine)

Può essere applicata su scala industriale?

La tecnologia TOP® - Wet Oxidation per acque reflue:
  • È ampiamente testata su scala industriale dal 1990.
  • Si presenta come l'unica tecnologia in grado di trattare un ampio ventaglio di reflui industriali e flussi complessi provenienti da clienti esterni su scala globale.
  • È in grado di ridurre i livelli di COD del 70% circa. Una volta completato il trattamento, il COD rimanente risulta detossificato, completamente decolorato e interamente biodegradabile, così da potere essere ulteriormente trattato nell'impianto biologico.
  • È in grado di eliminare quasi tutta la frazione organica, producendo un materiale inorganico stabile e ricco di calcio e fosforo, che può essere riutilizzato come materia prima-seconda. Nel 2013 il nostro residuo solido ha ottenuto la marcatura CE, che lo rende idoneo ad essere impiegato come filler nei conglomerati bituminosi e in altri materiali simili. Il certificato del marchio CE e TOP® Process Layout possono essere scaricati qui sotto.

Le applicazioni di TOP® - Wet Oxidation per acque reflue comprendono:
  • Il trattamento di acque reflue industriali miste provenienti da molteplici fonti di produzione organica, con un livello di COD compreso fra 20.000 e 100.000 mg/l. Il trattamento è in grado di ridurre il carico organico dell'80% - 95%. In tali casi, la tecnologia (chiamata TOP® Multi-Stream) richiede l'uso di ossigeno come agente ossidante e superleghe speciali per la costruzione del sistema.
  • Il trattamento di acque reflue industriali provenienti da singole fonti di produzione (chiamato TOP® Single-Stream). I sistemi di questo tipo sono relativamente semplici. In generale, per ogni caso specifico vengono definiti il tipo di materiale necessario e l'ossidante, che può essere ossigeno o aria.

La applicazioni industriali di questa tecnologia includono:
  • Il primo impianto industriale TOP® Multi-Stream è stato creato nel 1984 presso l'impianto chimico Sigma di Mozzo (BG), in Italia, ed è in grado di trattare 5 m3/h di acque reflue industriali miste con un carico organico di 50.000 mg/l di COD, raggiungendo una riduzione volumetrica attorno all'80%.
  • Un secondo impianto industriale TOP® Multi-Stream è entrato in funzione nel 1990 presso il centro di trattamento di Grassobbio, in provincia di Bergamo, Italia. Inizialmente l'impianto era destinato a trattare fino a 12 m3/h, ma in seguito è cresciuto fino a raggiungere la sua attuale capacità di trattamento di 15 m3/h. Attualmente il centro è di nuovo in fase di ampliamento e arriverà a una capacità di trattamento complessiva di 18 m3/h. Questo impianto tratta reflui con un carico organico che raggiunge i 60.000 mg/l di COD, con un livello di abbattimento dal 75% all'85%.                        
  • Nel gennaio del 1995 è stato aperto un terzo impianto, il TOP® Single-Stream di Porto Marghera (VE), Italia, che tratta acque reflue generate dalla nitrazione del toluene. L'impianto tratta fino a 2 m3/h di liquido, con un carico COD di circa 20.000 mg/l, raggiungendo un livello di abbattimento superiore all'80%.

Clicca qui per ulteriori informazioni sul nostro centro di trattamento