Centro di trattamento

3V Green Eagle gestisce il più grande centro in Italia per il trattamento di acque reflue e fanghi. Situato a Grassobbio, in provincia di Bergamo, il complesso è costituito da una serie di unità per il trattamento delle acque industriali, in particolare quelle non biodegradabili.
Il processo consente di ottenere il trattamento delle acque e fanghi industriali senza la produzione di rifiuti (Zero Waste Discharge).. Il fulcro del centro è costituito dalla tecnologia Wet Oxidation.
play

Il centro è in funzione dal 1990 e comprende:

  • Un impianto TOP® - Wet Oxidation per il trattamento di acque reflue
  • Un impianto DUAL TOP® - Wet Oxidation per il trattamento di fanghi
  • Un impianto biologico con prestazioni avanzate che opera alla temperatura costante di 25°C
  • Un impianto di pretrattamento chimico-fisico
  • Un'unità di stripping;
  • Un impianto di stoccaggio
  • Un laboratorio di ricerca e analisi

    I vantaggi del centro:

    Con le sue attività, il centro offre molteplici vantaggi, che includono:
    • Ampia capacità di trattamento per le acque reflue, specialmente le acque non biodegradabili
    • Alta capacità di segregazione e stoccaggio
    • Impatto ambientale a livelli eccezionalmente bassi
    • Alto livello di automazione con controllo centralizzato di tutte le varie fasi di trattamento
    • Alta professionalità del personale
    • Gestione operativa dell'intero centro 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana

    I rifiuti che trattiamo derivano dai seguenti settori:

    Analisi di laboratorio

    All'interno del centro è presente anche un laboratorio di analisi, che contribuisce a monitorare ed ottimizzare i processi di trattamento dei rifiuti. Ogni anno, la struttura esegue circa 50.000 analisi su oltre 20.000 campioni. Le attività condotte dal laboratorio di analisi consistono in:

    • Caratterizzazione preliminare di ciascuna tipologia di rifiuto trattata dal centro
    • Analisi di ciascun tipo di rifiuto che arriva al centro
    • Caratterizzazione dello stoccaggio e dei serbatoi di miscelazione prima del trattamento
    • Monitoraggio degli impianti di trattamento (oltre 5.000 campioni all'anno)
    • Analisi dello scarico campione giornaliero nelle acque di superficie
    • Analisi in tempo reale dei parametri essenziali
    • nalisi dei rifiuti e degli scarichi di superficie come indicato nell'Autorizzazione Ambientale Integrata (AIA) del centro
    • Analisi a supporto della Divisione di Ricerca e Sviluppo

    Trattamento a Scarico Zero

    Grazie all'attribuzione del marchio CE, il residuo inorganico prodotto durante il trattamento TOP® - Wet Oxidation può essere utilizzato come filler per conglomerati bituminosi e altri materiali simili. Questo residuo, denominato TOP® Filler, è una materia prima secondaria utilizzabile nella costruzione delle strade.

    Grazie all'attribuzione del marchio CE, il residuo inorganico prodotto durante il trattamento TOP® - Wet Oxidation può essere utilizzato come filler per conglomerati bituminosi e altri materiali simili. Questo residuo, denominato TOP® Filler, è una materia prima secondaria utilizzabile nella costruzione delle strade.

    Con ulteriori trasformazioni si possono ottenere i materiali denominati SpheraPor & MicroPor
    Additional processing can lead to SpheraPor and MicroPor

    Il Centro di Trattamento di 3V Green Eagle operativo in Grassobbio (BG).Italia è certificato UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001 e BS OHSAS 18001

    Oltre 5.000.000 di tonnellate trattate ogni anno

    Il nostro centro è autorizzato a trattare in conto terzi fino a 400.000 tonnellate all'anno di acque reflue e fanghi altamente contaminati. Inoltre riceviamo circa 4.500.000 tonnellate di acque reflue all'anno dall’impianto produttivo della vicina 3V Chemical.

    I flussi di acque reflue di oltre 300 clienti diversi sono convogliati ai nostri serbatoi di stoccaggio per mezzo di autocisterne. Si tratta di circa 10-12.000 autobotti all'anno.

    Il centro tratta più di 400 diverse tipologie di rifiuti e una media di 6.000 - 8.000 tonnellate di COD ogni anno.

    Autorizzazioni